04/03/2013
Una 'Tavola blu' per conoscere il mare
Gli chef di domani chiamati a coniugare creatività e sostenibilità

Una Tavola Blu” è un progetto di Marevivo messo a punto per gli istituti alberghieri d’Italia, con l’obiettivo di diffondere una più efficace e corretta informazione sul mare e sulla sua vulnerabilità.
Attraverso un percorso di informazione e di partecipazione attiva degli studenti delle scuole alberghiere, l’attenzione è puntata in particolare sulle ripercussioni, più o meno gravi, che si determinano sull’ambiente marino attraverso le scelte alimentari legate ai prodotti ittici.

Gli chef di domani sono chiamati a fare scelte cruciali e sostenibili: al contrario dei consumatori, sempre più impegnati e con poco tempo per pulire e cucinare il pesce, potrebbero farsi promotori delle specie ittiche dimenticate ma ugualmente sane e buone.

Il progetto, realizzato con il contributo del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, coinvolge 12 Istituti in 11 Regioni costiere (Friuli Venezia Giulia, Veneto, Marche, Abruzzo, Puglia, Calabria, Sicilia, Campania, Lazio, Toscana, Liguria), senza alcun onere di spesa da parte loro.

PRIMA TAPPA: I.P.S.SAR “F. DE CECCO” PESCARA - Dal 4 al 6 marzo 2013 il progetto “Una Tavola Blu” arriva all’istituto alberghiero di Pescara e alle sue strutture, grazie alla collaborazione della dirigente scolastica Alfredina Trivelli.
Il 4 marzo c’è la presentazione del progetto ai ragazzi delle tre classi di enogastronomia coinvolte: sostenibilità ambientale, valorizzazione delle risorse del mare, stagionalità del pesce, km zero e miglio zero sono i temi da affrontare.
Il 5 marzo i ragazzi delle tre classi coinvolte assieme ai loro docenti ed ai nostri tutor faranno visita alla Torre del Cerrano, dove i biologi dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale" illustreranno le meraviglie dell’area marina protetta e le criticità legate all’eccessivo utilizzo delle risorse legate al mare.
Il 6 marzo per tutta la mattina i nostri CHEF/formatori utilizzeranno i laboratori dell’istituto per cucinare piatti a base di “pesce povero” o “pesce dimenticato”, mostreranno ai futuri chef come uscire dalle logiche legate alla moda del momento, anche in fatto di ristorazione. L’idea è quella di coniugare creatività e sostenibilità.





Referenti del progetto
Omar D’Incecco
+393404190408
omardincecco@gmail.com
Maria Rapini
Uff. +39 06 3222565
maria.rapini@marevivo.it – marevivo@marevivo.it

295 Comunicati presenti

  © Copyright Marevivo 2004 - Note Legali  
   
 
MediaWave S.à r.l.
Associazione Ambientalista Marevivo
Lungotevere A. da Brescia
Scalo de Pinedo - 00196 Roma
Tel. 06 3202949 3222565 Fax 06 3222564