menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

200 'Delfini' alleati di Marevivo a guardia di Capri

Da oggi Marevivo ha dei nuovi, giovani ed indispensabili alleati nella battaglia in difesa del mare e dei suoi abitanti: sono i 'Delfini Guardiani dell'isola di Capri'.
Nel 25° anniversario della fondazione di Marevivo, circa 200, tra ragazzi e ragazze, allievi delle scuole di Capri ed Anacapri sono stati formati dagli operatori dell'Associazione, presenti sull'Isola, nel corso di un intero anno scolastico, al fianco dei docenti che hanno accettato di aderire all'iniziativa, per sensibilizzare i giovani futuri fruitori del mondo, ad una 'permanenza sostenibile' sul nostro pianeta.
Il progetto 'Delfini Guardiani dell'isola di Capri', patrocinato dai Ministeri dell'Ambiente e della Pubblica Istruzione, si è articolato in 7 fasi, iniziando nella celebre Grotta Azzurra nel mese di ottobre 2009 con la liberazione di Azzurra, una tartaruga Caretta Caretta, dopo le cure ricevute nel Turtle Point di Bagnoli diretto dalla prof. Flegra Bentivegna.
Lucia Vitale, ambientalista di Marevivo, ha poi proseguito, assistita da una task force di esperti in differenti settori, in un programma di edu-sensibilizzazione alle tematiche ambientali, lavorando con i giovani studenti capresi alla scoperta della natura che li circonda. Un primo approccio alla conoscenza dell'ambiente marino è avvenuto tramite l'osservazione del materiale spiaggiato, recuperato ed osservato sulla battigia di Marina Grande.
L'incontro con un pescatore d'altri tempi, la visita alla Capitaneria di Porto e ad una motonave Caremar, hanno dato ai giovani Delfini uno spunto di riflessione sul rapporto uomo-mare.
Un'escursione dal carattere geologico ed ecologico sulla sommità del monte Solaro, guidati dagli agenti del Corpo Forestale della Stato, unitamente alla visita di uno dei siti archeologici più antichi dell'Isola, ha permesso ai ragazzi di osservare il mare da una differente prospettiva, quella della comunicazione fra i popoli.
Mentre, immancabile e per ovvi motivi svolta con l'arrivo della bella stagione, l'immersione di gruppo, ha portato l'attenzione dei bambini al disotto della superficie. Con l'ausilio di maschera e boccaglio, si sono immersi alla scoperta della fauna e della flora marina, provando in maniera diretta anche i segreti celati dai tentacoli delle meduse e degli effetti che possono avere sulla pelle di un compagno di classe.
Sviluppare una coscienza critica dello sfruttamento delle risorse che Gaia ci offre in abbondanza, ma non in maniera illimitata, è l'obiettivo che Marevivo intende perseguire.
I giovani Delfini Guardiani, grazie al distintivo speciale che gli è stato consegnato in occasione della cerimonia di premiazione, potranno avvalersi di una 'corsia preferenziale', aperta dal comando della Capitaneria di Porto, nella segnalazione di eventuali atti illeciti. Un rischio a cui Capri, perla del Mediterraneo e fiore all'occhiello dell'Italia nel mondo, è esposta e che assolutamente non può, non deve e non vuole permettersi.
''La manifestazione di Marevivo – ha dichiarato il sindaco di Capri Ciro Lembo – segna un importante punto di passaggio. Sino ad oggi le vecchie generazioni hanno lasciato in eredità alle nove un ambiente peggiore di quello che hanno trovato, con l'evento di oggi questo trend deficitario si volta al positivo”.
Sversamento di rifiuti, comportamenti scellerati dei diportisti, pesca illegale e semplice vandalismo, hanno oggi nuovi e numerosi avversari con cui fare i conti.
Lo sguardo dei bambini, capace di stupirsi ancora di fronte alle bellezze della natura, vede cose che i grandi non possono – o non vogliono – vedere, è per questo che l'iniziativa di Marevivo non si esaurisce nella cerimonia di premiazione con il conferimento del titolo. I Delfini Guardiani saranno invitati, in vista delle vacanze estive a partecipare ad un altro concorso, fotografico, in cui si propone di mettere a confronto due istantanee ritraenti una situazione di degrado ed una di elementi positivi riscontrati sull'Isola.
Il piccolo passo di un bambino – ha dichiarato la presidente di Marevivo Rosalba Giugni – può permettere all'umanità intera di compiere quel balzo che le consenta di andare oltre i semplici interessi economici, adottando uno stile di vita sostenibile i cui frutti saranno sicuramente più dolci di qualsiasi somma di denaro.

Ufficio Stampa Marevivo
Saverio De Luca
cell. 338-1278741
ufficiostampa@marevivo.it