menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Arriva 'Lo Guarracino' all'Acquario di Napoli

Presentazione del libro 'Lo Guarracino'

Pisce martielle, aluzzo, sardelle, capochiuove e guarracine …

ma ci sono ancora i 74 pesci della tamburriata nel Golfo di Napoli?

C’era una volta il mare di Napoli che, come racconta la celebre tarantella del “Guarracino”, pullulava di vita. Oggi sta morendo, giorno dopo giorno, a causa dell’inquinamento e della mala depurazione e nonostante appelli, manifestazioni, dossier pubblicati e tanti soldi inutilmente spesi.

Marevivo torna a cercare di riportare l’attenzione su questo annoso problema con la presentazione del volume “Lo Guarracino”, mercoledì, 13 novembre, ore 18.30, a Napoli, presso la Stazione Zoologica “Anton Dohrn”, il più antico acquario  di  Europa.
Un libro che sa unire, attraverso l’arte del disegno, l’appartenenza al mare e alle sue creature e le passioni umane evocate dalla musica napoletana.

Il volume, illustrato da Mario Morellini ed edito da Annibale Parisi, nasce da un’idea di Elvira Amabile che, per una storica manifestazione dell’associazione Marevivo, tradusse in scene e costumi la famosa tarantella della fine del '700.

Oltre agli autori, interverranno nella discussione: Silvano Focardi, legale rappresentante della Stazione Zoologica, Flegra Bentivegna, Stazione Zoologica “Anton Dohrn”, Vincenzo Saggiomo, biologo marino SZN, Maria Cristina Gambi, ricercatrice SZN, e Rosalba Giugni, presidente di Marevivo.
Sarà Carlo Missaglia, con la sua chitarra, a interpretare il brano che narra l’amore e la travolgente rissa tra i pesci. Precede la presentazione, alle ore 17.30, la visita all’Acquario a cura di Sandra Hochscheid.

La preziosa biodiversità del Mediterraneo, costantemente sotto minaccia e celebrata nella famosa filastrocca che enumera ben 74 specie marine, va difesa in ogni modo, anche con l’espressione artistica illustrata e musicale.  

Ufficio Stampa Marevivo
063202949 - 3381090669