menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Arrivano a Napoli i "delfini guardiani" di Marevivo

Per la prima volta in città il progetto per le piccole sentinelle del mare

Per la prima volta i “Delfini Guardiani” di Marevivo non si fermano sulle isole, ma raggiungono le coste e sbarcano sulla terraferma. A fare da apripista la città di Napoli: gli alunni dell’Istituto Comprensivo Statale “Raffaele Viviani” di Napoli saranno i nuovi protagonisti del percorso didattico che punta a formare sentinelle junior, attive nella salvaguardia della propria terra e del proprio mare.

Sono 164 gli studenti di prima media impegnati in attività di scoperta e di conoscenza della loro città tra passato e presente: dovranno imparare ad osservare, riflettere ed elaborare, in maniera creativa, le ricchezze del loro territorio. In questi giorni, la prima prova è la spiaggia di Miseno: accompagnati dagli insegnanti e guidati dagli operatori Marevivo, gli aspiranti “delfini guardiani” indagheranno i segreti della vita del mare attraverso l’osservazione attenta della spiaggia e del materiale piaggiato: dalla posidonia, alle alghe, dai molluschi ai crostacei. Sotto la lente degli studenti proprio la posidonia e la sua fondamentale funzione nell'ecosistema marino e costiero e l’importanza di proteggere questa preziosa e unica pianta mediterranea.

Al termine del primo anno di tale percorso didattico, dopo aver acquisito una maggiore consapevolezza e anche una capacità e volontà di reagire alle situazioni di incuria, i ragazzi riceveranno il distintivo di “delfini guardiani”, che darà loro il diritto-dovere di presentarsi, senza accompagnatori adulti, presso il proprio Comune o la Capitaneria di Porto per segnalare eventuali problemi di carattere ambientale.

Sono davvero felice di trasmettere ai miei giovani studenti, attraverso la realizzazione del progetto, l'amore che nutro per il mare e la natura. Affido agli esperti di Marevivo, con i quali ho già sperimentato per ben sei anni questo percorso formativo partendo dall'isola di Capri, il compito di imprimere nei ‘giovani delfini’ comportamenti significativi per preservare l'ambiente”, ha commentato la dirigente scolastica  dell’istituto, la professoressa Maria D’Ambrosio.

E’ notizia ancora recente l’azione congiunta del Ministero dell’Istruzione e del Ministero dell’Ambiente per promuovere la cultura ambientale nella scuola e rendere obbligatorio lo studio dell’ambiente: sicuramente è su questa strada ‘Delfini Guardiani’. Da trent’anni Marevivo promuove su tutto il territorio percorsi di educazione all’ambiente e allo sviluppo sostenibile con l’intento di far comprendere quanto l’azione individuale e collettiva influisca sulla conservazione della biodiversità e incida sulla qualità della vita attuale e delle generazioni future”, ha spiegato la presidente di Marevivo, Rosalba Giugni

Il progetto, condiviso e promosso dalla dirigente scolastica Maria D’ambrosio, è stato reso possibile grazie alle famiglie degli studenti che hanno creduto e sostenuto l’impegno dell’istituto partenopeo ad avvicinare i giovani alla natura e a stimolare il loro senso di appartenenza verso l’ambiente, facendoli sentire parte di una comunità più grande ed in grado di conoscere e preservare le proprie risorse.