menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Conosci la tua riserva “Capo Gallo - Isola delle Femmine”

La delegazione Marevivo di Palermo ha dato il via alla campagna di educazione ambientale rivolta agli studenti e agli insegnanti delle scuole della provincia.
Trecento bambini, insieme agli insegnanti della Direzione Didattica dell’Istituto Gianni Rodari di Villabate, saranno accolti dallo staff di Marevivo, presso la sede del Comitato Regionale dell’AIG Sicilia – Ostello “Baia del Corallo”, situata presso lo scorcio più bello del golfo di Sferracavallo, per assistere alla proiezione del Mare in diretta e visitare l’ AMP e la Riserva Naturale Orientata di Capo Gallo e Isola delle Femmine.
Il percorso è strutturato in una serie di attività finalizzate alla conoscenza dell’ambiente naturale, della fauna e della vegetazione che caratterizzano le arie protette.
Un seminario guidato dai biologi Marevivo, Alberto Canepa, Davide Perricone e Marco Spinelli aiuterà i partecipanti a individuare le specie marine che popolano il Mediterraneo e ad analizzare i danni ambientali causati dall’uomo.
Norme di comportamento e opportunità escursionistiche per approfondire esperienze di studio saranno oggetto delle lezioni “a cielo aperto” che gli esperti Marevivo svolgeranno dal 9 al 13 maggio.
Una scatola del mare ricca di  reperti marini aiuterà i bambini a scoprire le caratteristiche biologiche dell’ habitat dell’AMP e li aiuterà a comprendere i comportamenti da adottare per preservare e tutelare l’ambiente.
Un biologo subacqueo con il gran facciale scenderà nei fondali antistanti la Baia e un video operatore riprenderà il percorso, mandando in diretta le immagini riprese su uno schermo posto in superficie.
I bambini seguiranno il percorso scelto dal biologo e potranno dialogare con i subacquei, ponendo quesiti e chiedendo chiarimenti sulla vita del mare.
Inoltre, ai bambini saranno proposti dei brevi seminari di tecnica subacquea che aiuteranno i bambini a conoscere l’attrezzatura ARA e le regole per effettuare delle immersioni di ricerca scientifica.Saranno inoltre svolti dei seminari di fotografia subacquea e di video ripresa.
Per completare il percorso di educazione ambientale sarà proiettato il documentario “Una Cernia nel Blu e fil…mare” realizzato dal documentarista Marevivo, Riccardo Cingillo per illustrare ai bambini, con spiegazioni semplici  le regole di comportamento che è necessario adottare per tutelare il mare.
Alla fine della visita della Baia del Corallo, i bambini si recheranno presso la Riserva Naturale Orientata e con l’aiuto delle guide naturalistiche, Valerio Ceraolo, Francesco Landini ed Erasmo Riccobono, percorreranno un itinerario interessante, scoprendo panorami suggestivi che si affacciano sul mare, piante e specie animali che conferiscono al patrimonio naturale della riserva una tipicità ed una biodiversità unica e di grande interesse scientifico.
Le escursioni offriranno numerosi spunti che potranno poi essere riaffrontati dagli studenti in aula con l’aiuto degli insegnanti, elaborando una metodologia didattica più innovativa, che parte dalla sperimentazione e dall’osservazione diretta dei fenomeni naturali da parte dei bambini.
Piccoli passi per sviluppare una coscienza civile più attenta all’ambiente e che offrono spunti orientativi ai giovani studenti per le  future scelte professionali e di studio e che contribuiscono anche alla conoscenza di quella parte del territorio regionale che ogni siciliano dovrebbe “doverosamente”conoscere.
Nel mese di giugno 2011 comincerà  l’attività dei “CampuSub”, aperto ai ragazzi dai 9 ai 17 anni.