menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

COP21, Galletti portavoce delle istanze di Greening The Islands e Marevivo

Il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti si fa portavoce a Parigi delle istanze di Greening The Islands e Marevivo, presentando ai lavori della Cop21 il "Documento di Malta", prodotto in occasione della conferenza internazionale che a ottobre scorso ha riunito a Malta i governi delle isole del Mediterraneo e dell'Atlantico. Il documento è stato successivamente rivisto e integrato da Marevivo sulla scorta della sua trentennale esperienza sul tema ed ha il patrocinio dell'Ancim (Associazione Nazionale Comuni Isole Minori). 

Ringraziamo il Ministro Gian Luca Galletti per aver rimarcato la necessità di sostenere, a livello globale, le aree più sensibili ai cambiamenti climatici come sono appunto le isole - ha dichiarato Rosalba Giugni, presidente di Marevivo. - Ci auguriamo che questo possa rappresentare un nuovo passo verso un concreto processo di sostenibilità per il futuro delle isole italiane e del mondo”.

Siamo fieri che il Governo Italiano, rappresentato dal Ministro Galletti, abbia avallato il documento dei governi delle Isole riunite al Greening the Islands di Malta e riportato sul tavolo delle negoziazioni della COP21 l'importante ruolo delle isole nella lotta ai cambiamenti climatici. Questo avvalora il lavoro di squadra delle isole che stiamo portando avanti in Greening the Islands e insieme a realtà complementari a noi come Marevivo. Contiamo di dare una speranza ai milioni di abitanti delle oltre 500 mila isole minori” ha detto Gianni Chianetta direttore e coordinatore scientifico di Greening the Islands.

Spesso dimenticate o etichettate solo come luoghi di svago e vacanze, le isole sono, in realtà, luoghi in cui la popolazione vive, lavora e affronta ogni giorno le sfide per la sostenibilità che ruotano attorno all’uso e alla produzione di energia, al consumo di acqua e ai trasporti. Per questo possono essere considerate laboratori naturali per l’utilizzo delle energie rinnovabili e da territori marginali possono persino diventare le protagoniste nella lotta ai cambiamenti climatici