menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Delfinario di Rimini, nuova sconfitta: la Cassazione conferma il sequestro dei delfini

Comunicato stampa congiunto di LAV, Marevivo ed Enpa

DELFINARIO DI RIMINI, NUOVA CLAMOROSA SCONFITTA: LA CASSAZIONE CONFERMA IL SEQUESTRO PREVENTIVO, GLI ANIMALI NON TORNANO AL DELFINARIO!
IL SINDACO DI RIMINI NE PRENDA ATTO E RINUNCI A FINANZIARE UNA NUOVA PRIGIONE
 
Nuova clamorosa sconfitta per il Delfinario di Rimini: la Corte di Cassazione oggi ha confermato il sequestro preventivo dei delfini della struttura, lo scorso mese di agosto. Il ricorso presentato dalla società titolare del Delfinario è stato rigettato e, dunque, i delfini restano definitivamente sotto sequestro. 

Proprio per mettere fine alle prigioni d’acqua, agli acquari e ai delfinari che costringono i grandi cetacei a comportamenti innaturali, a partire da sabato 29 marzo LAV e Marevivo lanciano una petizione (info: www.lav.it, www.marevivo.it) con cui chiedono al Governo e al Parlamento una nuova legge che vieti l'importazione di delfini e di altri cetacei a fini di spettacolo.

"Questa nuova autorevole pronuncia dell’Autorità giudiziaria conferma, ancora una volta, dopo il pronunciamento del Tribunale del Riesame, il sequestro preventivo degli animali, stabilendo che i delfini non debbano tornare al delfinario e che le informazioni raccolte dalla Magistratura e della Polizia Giudiziaria siano sufficienti a prefigurare la necessità del sequestro ed il fumus del reato di maltrattamento", dichiarano le associazioni LAV, MAREVIVO ed ENPA.

"Il Sindaco di Rimini, che ad oggi non ha neanche risposto alla richiesta di incontro delle Associazioni, prenda atto della conferma delle ipotesi di reato e del sequestro e abbandoni il progetto di costruzione di un nuovo delfinario sul territorio di Rimini – proseguono LAV, MAREVIVO ed ENPA - Chiediamo che non si costruisca una nuova prigione per i delfini e che non si spendano milioni di euro dei cittadini, come avvenuto a Genova dove sono stati spesi milioni di euro di fondi pubblici per la vasca dei delfini, ora data in gestione all’Acquario di Genova. Anche il Sindaco di Rimini prenda atto che il 68% degli italiani vorrebbe proibire i delfinari e che per l'81% di loro i delfini sono più felici in natura.

LAV, MAREVIVO ed ENPA sono grati al Servizio Cites del Corpo Forestale dello Stato e alla Magistratura per aver reso possibile questa nuova importante pronuncia a tutela dei delfini.

Ufficio stampa LAV 06 4461325 - 339 1742586 www.lav.it 
Ufficio Stampa Marevivo 063202949 – 3380190669  www.marevivo.it 
Ufficio Stampa Enpa Ufficio stampa Enpa 06.3242874 – 347.4736946 www.enpa.it