menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Delfini Guardiani dell'Isola

Le Isole Minori, intese come esempio paradigmatico o come metafora della necessità di comportamenti volti alla sostenibilità ambientale, all’uso razionale delle risorse, alla conoscenza dei “limiti” delle azioni ad impatto ambientale, sono state l’elemento ispiratore del progetto “I Delfini Guardiani dell’Isola”.

Ideato e realizzato dall’Associazione Marevivo sin dal 2009, il progetto si propone di avviare, all’interno di alcune classi delle scuole primarie e secondarie delle isole minori italiane, percorsi didattici finalizzati alla costituzione di un gruppo di alunni “Delfini Guardiani”, che avranno una maggiore consapevolezza e responsabilità nel tutelare le risorse ambientali del proprio territorio.

Il progetto coinvolge anche operatori locali che, opportunamente formati, collaboreranno con gli educatori di Marevivo nelle attività di educazione ambientale incentrate sulla conoscenza degli aspetti naturalistici, archeologici ed ambientali dell’isola.

Una delle caratteristiche del progetto è quella di facilitare l’incontro con esperti, valorizzando le esperienze maturate da persone diverse in vari campi. La comunità locale può partecipare infatti con la “banca della memoria”, costituita dalle tradizioni, dagli usi e costumi orientati spontaneamente verso la sostenibilità sociale, culturale e ambientale, offrendo al percorso didattico spunti di ricerca interdisciplinare, di valutazione, di animazione didattica. Trasmettere la cultura e la conoscenza delle risorse locali è di fondamentale importanza per promuovere quel senso civico di appartenenza al territorio che è una delle finalità del progetto.

Peculiarità del progetto è anche il coinvolgimento forte delle istituzioni locali (Comuni, Guardia Costiera, Capitaneria di Porto, Corpo Forestale dello Stato, Marina Militare), delle associazioni e degli operatori economici presenti sul territorio.

Gli obiettivi

  • Sensibilizzare i giovani nei confronti delle problematiche ambientali, facendogli percepire la bellezza ed il valore del loro territorio sia dal punto di vista naturalistico sia da quello storico ed archeologico.

  • Avvicinare i giovani alla natura, aiutandoli a percepirla come un ambiente del quale tutti facciamo parte, oltre che un bene comune.

  • Stimolare il loro senso di appartenenza nei confronti dell’ambiente che li circonda ed il loro senso civico, facendoli sentire parte di una comunità che preserva e gestisce importanti risorse.

  • Aiutarli a scoprire le possibili alternative allo stile di vita della nostra società.

 

I protagonisti

Sono gli alunni delle scuole primarie delle isole coinvolte che, insieme ai loro insegnanti, saranno guidati nelle varie fasi di questo progetto dagli operatori di Marevivo affiancati da alcuni esperti ed operatori delle associazioni locali, che metteranno a disposizione la loro esperienza per arricchire di contenuti il percorso didattico-formativo. Non dobbiamo dimenticare le famiglie degli alunni, che indirettamente, verranno coinvolti in alcune fasi del progetto e sui quali si auspica una ricaduta positiva; infine, ma non ultime, le autorità e le istituzioni locali che testimonieranno l’importanza di quest’operazione a livello sociale.

Al termine del percorso verrà organizzata una manifestazione conclusiva con la consegna degli attestati “Delfini Guardiani” in presenza delle autorità, di tutti coloro che hanno preso parte al progetto (insegnanti, alunni, genitori, operatori, educatori, formatori, esperti, organizzatori) e dei media locali e presentazione di un bilancio finale delle attività.

Per un accordo fatto con le locali istituzioni competenti, gli alunni che hanno conseguito l’attestato hanno il diritto di segnalare eventuali attacchi all’ambiente al Comandante della Capitaneria di Porto o al Sindaco della propria Isola, senza dover essere accompagnati dagli adulti.

 

Il metodo

Dopo aver definito con gli insegnanti il programma delle attività si passa alla fase attuativa del percorso didattico-educativo che prevede lo svolgimento di attività outdoor. In particolare le attività proposte, concordate, si svolgeranno con cadenza mensile, per un totale di circa 5 uscite a classe, compatibilmente con la programmazione scolastica.

 

Il materiale

E' prevista la produzione e la distribuzione di materiale didattico relativo alle diverse attività svolte dagli alunni. In particolare verranno distribuite schede didattiche utili come spunti di approfondimento che si prestano particolarmente bene ad essere utilizzate sia per rispondere all’esigenza dei giovani alunni di avere informazioni più specifiche su temi particolari, sia per costruire, con l’ausilio dei docenti, specifiche unità di apprendimento da inserire nel percorso scolastico di diverse discipline.

 

Collaborazioni

ENTI LOCALI, CORPO DELLE CAPITANERIE DI PORTO, CORPO FORESTALE DELLO STATO, MARINA MILITARE,

ISPRA, DECINE DI ASSOCIAZIONI SUL TERRITORIO.

 

I numeri

Dal 2009 ad oggi sono state coinvolte le isole di: GIGLIO, LA MADDALENA, SANT’ANTIOCO, PONZA, VENTOTENE, CAPRI, ISCHIA, VULCANO, LAMPEDUSA, LINOSA.

Per un totale di circa 1000 alunni ad edizione.