menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

L'appello ai candidati politici per la difesa del mare

APPELLO AI CANDIDATI POLITICI PER LA DIFESA    DEL MARE: DA MAREVIVO LA RICHIESTA DI UNO SPORTELLO UNICO NAZIONALE
Presentato oggi a Roma dall’Associazione Marevivo
il piano per la valorizzazione e la tutela del mare e delle coste italiane. Le proposte e gli impegni discussi insieme  a Sentinelli (Prc), Novi (FI) e Cecchi Gori (Lega Nord)

Roma 4 aprile 2006 - “Patrimonio inestimabile e identità del nostro Paese”, oggi il mare richiede sempre di più “una politica specifica, globale e unitaria”. Così la Presidente dell’Associazione ambientalista Marevivo Rosalba Giugni ha introdotto oggi -  in un incontro moderato dal giornalista Marcello Sorgi e a cui hanno preso parte Patrizia Sentinelli (Prc), Emiddio Novi (Fi) e Vittorio Cecchi Gori (Lega Nord) – l’appello “Ricominciamo dal mare” che Marevivo rivolge ai candidati e ai futuri uomini di governo del nostro paese.
Istituzione di un’unica sede nazionale istituzionale, attività legislativa in favore della valorizzazione e tutela del patrimonio insulare, creazione di una cabina di regia sopranazionale per il Mediterraneo: queste in sintesi le richieste di Marevivo, sulle quali si sono confrontati, presso la sede romana dell’Associazione, i tre candidati politici presenti (assente Giovanna Melandri, che ha comunque aderito all’iniziativa).
Critiche e perplessità sono state espresse da maggioranza e opposizione rispetto alla attuale politica nazionale di tutela del mare. Patrizia Sentinelli ha denunciato “la debole attenzione per il mare da parte della politica” sottolineando la necessità di una sede unica per la programmazione e il coordinamento degli interventi e di nuove norme per contrastare l’erosione costiera fermando abusi e condoni. Vittorio Cecchi Gori ha richiesto un impegno trasversale a difesa del mare, una maggiore attenzione nel far rispettare le norme già esistenti e una intensa e mirata promozione delle isole minori nei periodi fuori stagione. Emiddio Novi ha infine denunciato l’incapacità da parte delle Regioni di poter fronteggiare e gestire le diverse problematiche legate alla tutela del mare, in particolare i controlli contro l’inquinamento costiero e sull’abusivismo edilizio lungo i litorali della penisola.
In chiusura, lo scrittore Pedrag Matvejevic autore del famoso “Breviario Mediterraneo”, ha ricordato l’importanza del ruolo dell’Italia all’interno del Mediterraneo e quanto non sia rilevante la destra o la sinistra bensì il Nord e il Sud e che per orientarsi è bene imparare a guardare le stelle e il mare.