menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

L’unione europea chiude la pesca agli squali in pericolo

Tagliate le quote di pesca per lo smeriglio e lo spinarolo

Shark Alliance esprime grande soddisfazione per la decisione presa dal Consiglio europeo dei Ministri della Pesca di chiudere la pesca di una specie di squalo in grave declino – lo smeriglio – e di ridurre del 90% le quote di pesca dello spinarolo, in linea con i pareri scientifici e la proposta della Commissione Europea.

Questa estrema riduzione delle quote di pesca per lo smeriglio e lo spinarolo equivale a un buon  risultato del primo test del nuovo Piano d’Azione Europeo per gli squali” – dichiara Sonja Fordham, Direttore per le Politiche della coalizione internazionale Shark Alliance e del Gruppo Ambiente Pew -  “I ministri hanno agito coerentemente con l’impegno espresso nel Piano d’Azione di seguire i pareri scientifici e adottare un approccio precauzionale nello stabilire i limiti di pesca per specie di squalo vulnerabili o in pericolo.

La decisione presa oggi dal Consiglio europeo - supportata anche dal Sottosegretario alla Pesca Buonfiglio e dal Ministro Zaia - di chiudere la pesca di queste due specie gravemente minacciate, consentirà alle popolazioni europee dello smeriglio e dello spinarolo di ristabilirsi e rafforzerà la capacità dell’UE di promuovere la conservazione di queste specie a livello globale” – dichiara Serena Maso, coordinatrice nazionale di Shark Alliance e responsabile del settore pesca di Marevivo.

La maggior parte degli squali e delle razze subiscono con facilità l’impatto negativo della pesca in quanto sono animali che crescono lentamente, raggiungono tardi la maturità sessuale e generano pochi piccoli. Lo smeriglio e lo spinarolo sono inseriti nella Lista Rossa dell’IUCN come specie in Pericolo Critico nel Nord-est Atlantico.

L’unione Europea ha proposto l’inserimento dello smeriglio e dello spinarolo nella Convenzione sul commercio internazionale di specie in pericolo (CITES) alla conferenza delle Parti che si terrà a marzo 2010.


Per maggiori informazioni e interviste contattare:
Mona Samari: Tel.  +44 (0) 7515 828 939; email: mona@communicationsinc.co.uk
Serena Maso Tel. 06.3202949; email: serena.maso@gmail.com; serena.maso@marevivo.it

NOTE:
Shark Alliance è una coalizione internazionale di 76 organizzazioni di conservazione e ricerca che promuovono il miglioramento e il rafforzamento delle politiche europee sulla pesca degli squali. In Italia sono membri di Shark Alliance: CTS, Fondazione Cetacea, GRIS (Gruppo Ricercatori Italiani sugli Squali, razze e chimere), Legambiente, Marevivo, MedSharks, Slow Food Italia.

Shark Alliance è stata promossa ed è coordinata dal Gruppo Ambiente Pew, il settore dedicato alla conservazione  del  Pew Charitable Trusts, un’organizzazione non governativa che sta lavorando per fermare la pesca eccessiva negli oceani. www.sharkalliance.org

Il CIEM (Il Consiglio Internazionale per l’Esplorazione del Mare, che fornisce pareri scientifici per la gestione della pesca europea, raccomanda di vietare gli sbarchi di squali smeriglio e di stabilire zero TAC (Totali Ammissibili di Cattura) per lo spinarolo.

Il Piano d’Azione europeo per gli squali è stato adottato dal Collegio dei Commissari a febbraio 2009 e siglato dal Consiglio dei Ministri della Pesca in Aprile 2009.

Ufficio Stampa Marevivo
Tel. 063202949
ufficiostampa@marevivo.it; serena.maso@marevivo.it