menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

LADRI DI MARE: UNA SPECIE DA ESTINGUERE

Talk show curato da Marevivo al Big Blue Rome Sea Expo - Eudi Show

Roma – Marevivo sarà presente all’interno del Salone europeo delle attività subacquee dal 29 febbraio al 3 marzo insieme a Pelagos all’interno del padiglione n°2.  “Parleremo a un pubblico particolarmente sensibile alla bellezza e alla tutela del mare e dei suoi fondali, agli amanti della subacquea e della nautica. Sarà dunque un’occasione per lanciare l’allarme su tutte quelle attività illegali che minacciano fortemente l’ecosistema marino e ne causano l’impoverimento, l’inquinamento e la distruzione” afferma Rosalba Giugni Presidente di Marevivo.
Domenica 2 Marzo alle ore 10.30 Marevivo organizza un talk show dal titolo “Ladri di mare una specie da estinguere”, a condurlo saranno Alfonso Perri, coordinatore nazionale della divisione subacquea di Marevivo e Sabina Cupi, direttore di Mondo Sommerso. Interverranno Franco Andaloro, Dirigente di Ricerca ICRAM, Claudia Capodarte, documentarista subacquea e esperta di grandi mammiferi marini, Claudio De Persio, Direttore Operativo del COBAT, Rosalba Giugni, Presidente di Marevivo, Alberto Luca Recchi, documentarista esperto di squali, Stefano Ruja, giornalista e istruttore subacqueo.

I ladri di mare sono persone senza scrupoli che perseguono unicamente interessi immediati e materiali, persone incapaci di maturare una visione a lungo termine che svelerebbe loro la necessità di smettere tutte quelle attività ormai illegali perché comportano la distruzione irreparabile della vita nel mare.
Ladri di mare sono coloro che continuano a pescare, commercializzare e mangiare illegalmente il dattero di mare. Ma sono anche tutti quelli che continuano a usare tecniche di pesca illegali. Ladri di mare sono quelli che continuano a rubare il corallo negli abissi distruggendolo per anni. I ladri di mare sono i cacciatori di squali e di balene e anche coloro che ne mangiano le carni. Ladri di mare sono quelli che abbandonano ogni genere di rifiuti in mare, come le batterie esauste nelle acque dei porti e i rifiuti provenienti dal traffico marittimo turistico e commerciale. Queste e molte altre sono le specie di ladri di mare di cui Marevivo si augura l’estinzione.

MAREVIVO nasce nel 1985. Da allora si batte senza sosta per la difesa del mare. Le sue iniziative e le sue campagne vogliono risvegliare la coscienza dell’opinione pubblica, sollecitare l’impegno della classe politica e accrescere l’attenzione dei media verso la salvaguardia di quel bene prezioso che è il mare.
Marevivo è un’Associazione Ambientalista, senza fini di lucro, libera e apartitica, che opera su tutto il territorio nazionale e nel bacino Mediterraneo, con il supporto dei comitati scientifico e giuridico, attraverso le proprie delegazioni e una divisione subacquea composta da sub professionisti, tutti volontari. Per l’importanza, la qualità e la trasparenza del proprio impegno, fin dal 1987 è stata riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente come “Associazione di protezione ambientale a carattere nazionale”.

LA DIVISONE SUB DI MAREVIVO nasce con lo scopo di osservare, conoscere, capire e difendere il mare. Una task force di volontari subacquei che affianca l’Associazione in tutte le operazioni legate all’ambiente sottomarino: dal monitoraggio della mucillagine al campionamento di specie alloctone, come la caulerpa taxifolia, dal controllo delle preziose praterie di Posidonia oceanica al recupero delle reti abbandonate in mare e smaltimento delle batterie esauste abbandonate nei fondali dei porti.
Tutti questi temi sono stati sviluppati in questi anni con lo scopo di tenere sotto osservazione i fondali realizzando la prima “Banca dati sotto il mare”, per una conoscenza più approfondita delle misteriose leggi che regolano il nostro pianeta blu.

Ufficio stampa Marevivo: Elena Santoro 3384173150
Tel. 06 3202949 – 06 3222565 
ufficiostampa@marevivo.it  - www.marevivo.it