menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Ma il mare non vale una cicca?

Da 30anni Marevivo organizza campagne volte a stimolare e promuovere nei cittadini comportamenti consapevoli ed eco-sostenibili nella gestione e cura del proprio ambiente di vita, dal centro più urbanizzato alla spiaggia più naturale.

In particolare, il gesto apparentemente trascurabile di gettare via un mozzicone, oltre che essere un segno di totale mancanza di coscienza civile, ha dietro di sé una serie di gravi implicazioni per l’ambiente.

Proprio per fronteggiare e correggere questi comportamenti che Marevivo, con il supporto di JTI, la collaborazione del SIB e del Corpo delle Capitanerie di Porto e il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, organizza da sette anni la campagna nazionale “Ma il mare non vale una cicca?”.

L’iniziativa - partita nel 2009 coinvolgendo 100 spiagge italiane per arrivare nell’ultima edizione del 2015 a 450 spiagge sulle quali vengono distribuiti gratuitamente ai bagnanti fino a 120mila posacenere tascabili - ha riscosso un forte consenso da parte dell’opinione pubblica e dei media nazionali e locali.

Stimando un consumo medio di 12 sigarette per fumatore (dati ISS), si può ragionevolmente affermare che nelle sette edizioni sono state risparmiate al mare e alla spiaggia circa 20 milioni di cicche, con un totale di oltre 600 mila posacenere distribuiti.