menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Marevivo: “Scempio a Ventotene. Togliamo gli ombrelloni dalla zona archeologica”

Ombrelloni, sdraio e lettini sulla bancata di tufo romano, proseguimento dell’antica peschiera di Cala Nave, unica spiaggia attrezzata dell’isola di Ventotene. Ma anche architetture d’epoca usate come portacenere, imbarcazioni ormeggiate entro le boe di delimitazione a Parata Grande con relativo disancoraggio sulle praterie di Posidonia oceanica, sacchi di materiale edile abbandonati nella zona archeologica ed immondizia di ogni tipo nelle acque costiere e lungo le rive. Un vero e proprio scempio, in totale assenza di controllo. Marevivo esprime la sua profonda preoccupazione per la generale situazione di degrado in cui versa l'Area Marina Protetta “Isole di Ventotene e Santo Stefano” e chiede un rapido intervento delle autorità per contrastare questo fenomeno.
Siamo particolarmente legati a questa Area Marina Protetta – dichiara la presidente di Marevivo, Rosalba Giugni – in quanto ne abbiamo accompagnato e sostenuto la nascita, con l’aiuto dell’allora sindaco, Beniamino Verde. L’estate è appena iniziata, ma la zona soffre già di una eccessiva e sregolata pressione di turisti. Per non parlare poi dell’Info point dell'AMP chiuso, e della totale mancanza di una qualsiasi attività di educazione ambientale, peraltro ampiamente richiesta dai turisti. Cosa dobbiamo aspettarci per l'alta stagione – chiede la presidente Giugni – e, soprattutto, è questa l’area marina protetta che tutti vorremmo?”.

Ufficio Stampa MAREVIVO
 Solen De Luca
 Gualtiero Spada
 Claudia Georgia Banella
ufficiostampa@marevivo.it
tel. 06 3222565 06 3202949