menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Nuovo passo verso il 'Bosco della Memoria'

L'AQUILA - La Giunta comunale ha approvato la proposta di delibera del Settore Ricostruzione Pubblica, avente ad oggetto l’accettazione del Progetto preliminare del “Bosco della Memoria” , donato dall’Associazione Ambientalista  Marevivo, in ricordo delle vittime del terremoto del 6 Aprile.

Inizieranno, pertanto, il prossimo mese, le attività di piantumazione delle 309 piante che andranno a creare il Bosco, nell’area pertinenziale al Comune Censuario di Roio Poggio, precisamente a Monteluco, il luogo per antonomasia, nel pieno del cratere.

Il progetto preliminare, presentato lo scorso 4 aprile, è scaturito da una serie di incontri con altri Enti promotori e collaboratori dell’iniziativa, tra cui il Corpo forestale dello Stato, l’Amministrazione dei Beni Separati di Roio, l’Esercito, l’ASM e, chiaramente, l’Associazione Marevivo.

“ Gli alberi sono stati donati dall’Associazione Marevivo con l’intenzione di creare un posto di pace, dove si continuerà a vivere attraverso il ricordo, in una natura che creerà un ecosistema importante. Un luogo sacro – ha dichiarato l’assessore Moroni –  che nasce nel senso della continuità, concepito come un percorso ricco di simbologia, in cui, oltre alle piante, protagoniste sono anche le macerie provenienti, il lapidario da Roio ed il tritato dalla Teges, quindi da tutti i luoghi del cratere e che verranno posizionate in delle gabbie.”

Nei giorni successivi alla piantumazione, tuttavia, il Bosco non dovrà essere frequentato per evitare il rischio che le piante non attecchiscano.

“ Piantumeremo tutte piante autoctone – ha concluso Moroni -  che vegetano senza problemi nelle nostre zone e la cui fioritura è prevista per la primavera, in corrispondenza della data di commemorazione del terremoto.”

abruzzoweb.it