menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

'Passeggiando per il nostro mare'

Giovedi’ 29 luglio  alle ore 9.00, a Vico Equense si terra’ la terza edizione della manifestazione “Passeggiando per il nostro mare” organizzata dalla sezione di Vico Equense della Lega Navale Italiana. Barche a vela e canoe navigheranno insieme anche alla Goletta Verde dalla marina di Aequa fino a Punta Capo d’Orlando.
La Delegazione Provinciale di Napoli e la Delegazione di Vico Equense di Marevivo saranno presenti presso il banco di Santa Croce, situato nel territorio di Vico Equense ad una distanza di circa 0.5 miglia dal promontorio di Punta Capo d’Orlando.
Il Banco di Santa Croce è un sito marino di eccezionale valore naturalistico e biologico, in ragione della sua elevata biodiversità e per il suo fondamentale ruolo nell’equilibrio dell’ecosistema circostante. Si tratta di una secca sopravvissuta al degrado marino, popolata da una enorme varietà di specie animali e vegetali che conferiscono a questa piccola oasi colori subacquei tra i più belli del mediterraneo. La profondità del Banco di Santa Croce va da un minimo di 9 metri ad massimo di 45metri di fondale, sul fondo si trova una fantastica grotta naturale al cui interno è presente una fitta ed affascinante popolazione di “Paramuricea Clavata”, la sfolgorante gorgonia rossa. La base della secca raggiunge nel suo punto più profondo i 60 metri, profondità dove è possibile incontrare il “Corallium Rubrum”, il famoso corallo rosso già raro nell’intero mediterraneo. A 30 metri di profondità è invece possibile ammirare un insieme di “Paramuricea Clavata” e di “Gerardia Savaglia” raccolte in una meravigliosa aiuola attorno alla quale vagano polipi e saraghi.
Nel giugno 1993, su proposta dell’associazione Marevivo, il Ministero della marina Mercantile con apposito decreto decise di istituire la Zona di Tutela Biologica Z.T.B. “Banco di Santa Croce” vietando la pesca sia professionale, sia sportiva in un’area di 300mt di diametro.
Il sito viene costantemente tutelato e monitorato dal Bikini diving e da Marevivo, che storicamente operano sul sito, in collaborazione con il Nucleo Sommozzatori della protezione civile di Vico Equense.
L’area viene sorvegliata con webcam 24 ore su 24 installata dai volontari di Marevivo che segnalano eventuali infrazioni alle autorita’ competenti. Negli ultimi mesi i militari della guardia costiera coordinati dal comandante Demetrio Antonio Raffa della capitaneria di porto di Castellammare di Stabia hanno intercettato e sanzionato con sequestri e multe pescherecci che violando i limiti si stavano dedicando alla pesca professionale nell’area.

Ufficio Stampa Marevivo
Tel. 063202949
ufficiostampa@marevivo.it