menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Porto di Monopoli, Cobat e Marevivo lanciano la campagna “Niente leghe sotto i mari”

Presso la Sala Consiliare del Comune di Monopoli è stata presentata
l’iniziativa di bonifica del Porto di Monopoli, che si svolgerà domenica 24 luglio

E' stata presentata nella Sala Consiliare del Comune di Monopoli l’iniziativa di recupero di batterie e di altri rifiuti dai fondali dello specchio acqueo del Porto di Monopoli (BA), che avrà luogo domenica 24 luglio dalle ore 9.00 alle ore 13.00 grazie alla collaborazione tra l’Assessorato all’Ambiente della Città di Monopoli, il Cobat – Consorzio Nazionale Raccolta e Riciclo e l’Associazione Ambientalista Marevivo.

L’operazione rientra nella campagna nazionale “Niente leghe sotto i mari”, ideata da Cobat e Marevivo per il monitoraggio e il recupero dei rifiuti nei fondali dei porti italiani e condotta con la collaborazione del Comando Generale delle Capitanerie di Porto, da sempre sensibile alla salvaguardia dell’ambiente costiero e marino. La campagna è stata sposata con grande entusiasmo dall’Assessorato all’Ambiente del Comune di Monopoli che ha potuto contare sul supporto del Nucleo Ecologia e Ambiente della Polizia Municipale, dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Monopoli e della Lega Navale Italiana sezione di Monopoli.

“Il Comune di Monopoli aderisce con entusiasmo a questa iniziativa – ha commentato il Vicesindaco e Assessore all’Ambiente, Antonio Rotondo – nell’ottica delle politiche di salvaguardia del territorio avviate negli ultimi anni. Sono convinto che tale bonifica servirà a sensibilizzare la cittadinanza a non utilizzare il nostro splendido mare come una grande pattumiera”.

“Il recupero di materiale inquinante lungo il litorale Monopolitano – ha dichiarato il Presidente della Lega Navale Italiana sezione Monopoli, Antonio Stoja - è un’opera meritoria ed insieme un monito per le presenti e future generazioni sulla necessità di salvaguardare il mare, fonte di vita e di ricchezza”.

Grazie all’intervento del Nucleo Subacqueo dell’Associazione Marevivo, coordinato da Massimilano Falleri e coadiuvato da unità subacquee delle Forze dell’Ordine, domenica 24 luglio verrà scandagliata l’area antistante la Banchina Solfatara, Cala Porto Vecchio e la radice del Molo Margherita del Porto di Monopoli, in cui è stata riscontrata la presenza di rifiuti pericolosi tra i quali batterie al piombo esauste. La rimozione e lo smaltimento di tutti i rifiuti raccolti verranno effettuati dal personale della Ditta Nicola Veronico Srl di Modugno (BA), uno dei raccoglitori incaricati Cobat per il servizio in Puglia.

Tutti i costi relativi all’iniziativa saranno sostenuti dal Cobat senza alcuna ulteriore spesa per le istituzioni e per la collettività. Il Cobat, infatti, come ricordato dal Presidente Giancarlo Morandi, continua a garantire il proprio ventennale impegno ambientale supportando le istituzioni nell’organizzazione di iniziative dedicate alla salvaguardia del territorio, grazie alla sua capillare rete di raccolta nazionale. Un sostegno importante per il Paese nonostante il Cobat non sia più dal 2008 un Consorzio Obbligatorio bensì un Consorzio Nazionale che si occupa di Raccolta e Riciclo.

“Siamo entusiasti di intraprendere questa operazione di recupero e di tutela dell’ecosistema marino – ha affermato il direttore generale di Marevivo, Carmen Di Penta – perché è fondamentale sensibilizzare l’opinione pubblica a non considerare il mare come un grande tappeto sotto il quale nascondere i nostri rifiuti”.

Cobat     

Area Marketing e Comunicazione

Valeria De Napoli

06.48795236

v.denapoli@cobat.it

 
Marevivo

Ufficio Stampa

Carmela Cioffi

06.3202949

ufficiostampa@marevivo.it

 

Città di Monopoli

Portavoce Ufficio di Staff del Sindaco

Dott. S.D. Scarafino

080.4140240 – 338.8321550

portavoce@comune.monopoli.ba.it