menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Saremo proprio noi a proteggere la perla nera del Mediterraneo?

Saremo proprio noi a proteggere la perla nera del Mediterraneo?” : tanta la curiosità e l’entusiasmo per gli oltre 200 studenti, che hanno appena iniziato, con il Natale alle porte, l’avventura che li condurrà, a fine giugno, alla conquista del diploma di Delfini Guardiani” dell’isola di Pantelleria.

Il progetto di educazione ambientale, promosso dall'associazione Marevivo,  realizzato grazie al sostegno di Castalia e che gode del patrocinio del Comune di Pantelleria, è rivolto agli alunni delle scuole primarie dei tre plessi del circolo didattico “A. D’Ajetti” dell'isola. Per la presentazione dell’iniziativa sull’isola sono state programmate due giornate tematiche a scuola.

I bambini delle III, IV e V del circolo didattico hanno partecipato ad una presentazione interattiva, realizzata dagli operatori dell'associazione Marevivo, durante la quale sono state anticipate le diverse attività che li vedrà coinvolti durante questo primo anno: al centro del percorso ci sono le bellezze naturalistiche dell'isola di Pantelleria e l'importanza di prendersi cura del proprio territorio, diventando “guardiani” della propria isola. L’obiettivo di questi ragazzi sarà infatti proteggere le ricchezze paesaggistiche e la biodiversità della “perla nera” del Canale di Sicilia.

Anno dopo anno la rete di scuole coinvolte sta continuando a crescere: sono circa 2mila gli studenti delle isole impegnati a difendere il nostro mare e siamo fieri che da quest’anno anche un’isola speciale e  lontana come Pantelleria, con una forte comunità, abbia abbracciato il nostro progetto con entusiasmo” -  spiega Carmen di Penta, direttore generale di Marevivo.

Castalia, in prima linea per la difesa dei nostri mari da 30 anni, prosegue anche insieme a Marevivo la sua attività di salvaguardia, protezione ed educazione ambientale”, afferma il presidente di Castalia Salvatore Barone.

Agli studenti panteschi è stata data poi la possibilità di scoprire, guardando e toccando, reperti spiaggiati come conchiglie, rizomi di Posidonia oceanica e le sue egagropile, frammenti di briozoi e celenterati, provenienti dalle coste dell’isola di Pantelleria. Qualche numero sugli studenti coinvolti: grazie all’impegno della dirigente scolastica Nuccia Farina e dei docenti primi sostenitori del progetto, diventeranno "Delfini Guardiani" della propria isola 131 per Pantelleria capoluogo, 34 per Scauri e 45 per Khamma.

Il progetto "Delfini Guardiani", nato nel 2009, coinvolge anche le scuole delle isole di Capri, Ischia, il Giglio, Ventotene, Ustica e Linosa, La Maddalena, gli arcipelaghi delle Eolie e delle Egadi e le città di Palau, Napoli e Siracusa.