menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Un osservatorio di studenti per svegliare le coscienze e contribuire a risolvere il problema dei rifiuti

Castellammare di Stabia – Un osservatorio permanente e un nuovo incontro a marzo per fare il punto sul problema dei rifiuti con i ragazzi delle scuole, perché soltanto le nuove leve possono risvegliare la consapevolezza e la coscienza civile necessarie per uscire da questa emergenza che, oggi, è della Campania e della Sicilia, ma domani può esserlo di tutte le grandi metropoli.
Sono queste le principali conclusioni “pratiche” della conferenza ‘Il problema dei rifiuti: perchè esiste’, organizzata, lo scorso 29 gennaio, dalla delegazione Marevivo di Napoli, in collaborazione con la Fondazione RAS, a Castellammare di Stabia.
Grande e reale interesse è giunto dagli studenti di scuola secondaria e superiore che hanno partecipato all’incontro: proprio da loro, infatti, sono partite le domande più importanti sulla corretta gestione dei rifiuti, rivolte agli esperti presenti.
All’incontro hanno preso parte, tra gli altri, l'Assessore al Personale, Igiene e Sanità del Comune di Castellammare di Stabia, Giovanni De Angelis e il Presidente della Fondazione RAS,  Ferdinando Spagnuolo.
Sono intervenuti, inoltre, Rodolfo Napoli, Professore di Ingegneria Ambientale, Bruno Orrico già responsabile e tecnico della prefettura per l’emergenza rifiuti, Giorgio Onofri, geologo, Anna Maria De Simone, direttrice didattica, Maria Criscuolo, per il Movimento Italiano Casalinghe e Vincenzo Di Maio, rappresentante degli studenti del Liceo Scientifico ‘Severi’.
L'iniziativa ha riscosso un interesse tale da richiedere la nascita di un osservatorio permanente e un nuovo incontro tra tre mesi per monitorare la situazione, con l'obiettivo di stimolare nella popolazione la nascita di una maggiore consapevolezza e una coscienza civile, agendo attraverso le giovani generazioni.
 
Delegazione Provinciale Marevivo Napoli
Presidente Dott.ssa Nunzia Gentile
tel. 0818717114