menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Workshop 'Dialogo interculturale con i Popoli del Mediterraneo'

Il mare con tutte le sue sfumature sarà protagonista nella kermesse di tutti gli eventi di di Blue Sea Land. "Dialogo interculturale con i Popoli del Mediterraneo. Strategie e proposte formative in vista dell’EXPO 2015" è il titolo del workshop che la FILDIS Siracusa insieme alle sezioni di Mazara del Vallo e Castelvetrano terrà nell'ambito della manifestazione "Blue Sea Land 2014" organizzata dal Distretto Produttivo della Pesca, insieme alla Regione Siciliana, alla Camera di Commercio di Trapani, Anci Sicilia, ai Comuni di Palermo, Gibellina, Mazara del Vallo e Marsala, all’Assostampa Sicilia, e all’Expo Milano 2015 con  il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, il Ministero dello Sviluppo Economico, il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

Location d’eccezione per l’evento è il Chiostro del Seminario Vescovile di Mazara del Vallo dove Liana Tumbiolo, giudice tributario e past-President nazionale della FILDIS aprirà i lavori alle 16.30 di sabato 11 Ottobre 2014.

L'evento organizzato dalla FILDIS rientra all’interno della sezione Blue Workshop che prevede una serie di conferenze di tipo tecnico-scientifico, divulgativo, politico e culturale: il "Foro per l'Africa e il Medioriente allargato" con l’incontro fra i Ministri e i rappresentanti delle istituzioni scientifiche della pesca provenienti dai Paesi del Mediterraneo e del Medioriente allargato; la sessione plenaria dell’Osservatorio Mediterraneo della Pesca, dedicata al Progetto «Nuove rotte verso la Blue Economy» con le maggiori espressioni istituzionali e scientifiche dell’Unione europea, della FAO, della CGPM; la presentazione del progetto Qualimed e la presentazione del Cluster del Biomeditteraneo all'Expo 2015.

In occasione della conferenza stampa l’assessore regionale alle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Ezechia Paolo Reale ha dichiarato: “la Sicilia ha la necessità di riacquistare un ruolo al centro del Mediterraneo attraverso l’agricoltura e la pesca. Con questo spirito guiderà il cluster biomediterraneo all’Expo 2015 di Milano e di cui Blue Sea Land, organizzato dal Distretto Produttivo della Pesca, costituisce un primo importante passo. Agricoltura e pesca –ha concluso Reale– sono le risorse economiche che potranno cambiare il volto della Sicilia; il futuro però è nelle mani delle imprese che possono garantirci la qualità dei loro prodotti, soltanto la garanzia di qualità può assicuraci la competizione con altri mercati.

La Vice-Presidente europea della University Woman of Europe, Elena Flavia Castagnino Berlinghieri, Archeologa marina nei ruoli della Soprintendenza ai BB.CC. AA. di Siracusa, ha sottolineato le grandi potenzialità  del patrimonio culturale sottomarino e la necessità di sostenere una strategia convergente per coniugare strettamente la Blue Economy con il patrimonio culturale  come asse portante per lo sviluppo interculturale in prospettiva europea. La Castagnino Berlinghieri ha quindi spiegato che “il patrimonio culturale sottomarino costituisce la linfa vitale della nostra identità culturale non solo per la ricerca scientifica, ma anche per lo sviluppo e l’economia del paese che si deve impegnare a promuovere azioni di sviluppo  euromediterraneo per trasformare ‘l’immenso museo sottomarino’ che è il nostro Mediterraneo in "offerta culturale. Nella dialettica tra produzione e cultura, tra fruizione e formazione, l’apporto delle grandi istituzioni degli Stati nazionali e dell’Europa deve essere di orientamento e direzione come fattore fondamentale di crescita sia in termini di dialogo interculturale sia come elemento essenziale per le politiche di sviluppo regionale per conservare la memoria e trasmettere importanti valori alle generazioni future. In questa prospettiva, la Regione Siciliana grazie alle competenze e alla lungimiranza della Soprintendenza del Mare alla guida di Sebastiano Tusa rappresenta un modello di riferimento per tutto il Mediterraneo”.

INFO:  Fildis – Redazione&Comunicazione  348 7292296  EFCB