menu di scelta rapida

page image

torna al menu di scelta rapida

Archivio

Marevivo e Soap contro il "Mare mostro"

Ogni anno nel mondo vengono prodotti 300 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica, di cui si stima che almeno il 10% venga riversato in mari e oceani. Nel Mediterraneo, ogni giorno, finiscono 731 tonnellate di rifiuti di plastica, e l'Italia è il terzo paese inquinatore, dopo Turchia e Spagna, secondo i dati dell’ultimo rapporto UNEP “Valutazione della spazzatura marina nel Mediterraneo". Se non si adotteranno misure adeguate, la quantità di plastica ...

continua

Delfini: l'unico spettacolo è in mare!

Stop ai delfinari: Lav, Marevivo e Jonian Dolphin Conservation insieme per il Rifugio.

A Taranto “dolphin watching" alla scoperta dei delfini nel loro ambiente naturale. L’unico modo per conoscere davvero i delfini è vederli in mare, nel loro habitat originale, e non rinchiusi in vasche e sfruttati per il business dei delfinari: per questo Lav e Marevivo - in collaborazione con Jonian Dolphin Conservation - hanno organizzato, mercoledì 28 settembre, un’uscita in catamarano nel Golfo di Taranto. In un Paese come il nostro, circondato ...

continua

Sorrento, raccolte 6 tonnellate di rifiuti dai fondali di Marina Grande

Reti da pesca abbandonate, nasse, pneumatici, pezzi di barca rimossi dai fondali. Sabato scorso, sono state raccolte circa 6 tonnellate di rifiuti nello specchio d’acqua di Marina Grande a Sorrento, il borgo reso celebre dalla Loren e da Vittorio De Sica. L’appuntamento, che conclude una serie di interventi avviati per i fondali in città nella scorsa primavera, ha visto la collaborazione tra istituzioni e associazioni di sub. L'iniziativa è stato organizzata ...

continua


"Mare mostro", da Copenhagen l'appello per salvare il mare dalla plastica

Pubblichiamo il racconto di Federico di Penta, responsabile delle relazioni internazionali di Marevivo,  che si è imbarcato su Nave Vespucci per portare fino a Copenhagen “Mare mostro”, la campagna sull’impatto della plastica in mare promossa in questi mesi dall’associazione ambientalista. "Ci sono occasioni in cui sono proprio fiero di essere italiano. Quella che da molti viene definita “la nave più bella del mondo” è ...

continua

Marevivo aderisce alla coalizione "Beat the Microbead"

Il 29 giugno 2016, per porre così un argine ai miliardi di microscopici frammenti di plastica che, sfuggendo a qualsiasi filtro, vengono ingeriti dagli organismi marini e finiscono direttamente nel piatto del consumatore, Marevivo ha illustrato, a Napoli, la proposta di legge numero 3852 a prima firma  del presidente della VIII Commissione Ambiente della Camera Realacci e sottoscritta da oltre 40 deputati di diversi gruppi politici, sia di ...

continua

"MARE MOSTRO" fa tappa a Copenhagen

Continua il viaggio di Marevivo sulla rotta di nave VESPUCCI della Marina Militare per contrastare il “mostro” della plastica: il 30 AGOSTO saremo a COPENHAGEN per fare il punto con le associazioni ambientaliste della Danimarca che si stanno occupando del problema delle microplastiche e con l'obiettivo di creare un network internazionale. Vogliamo continuare ad informare i cittadini di tutta Europa sull’impatto delle plastiche in mare e tenere alta l’attenzione sulla ...

continua

Raccolta Fondi straordinaria per Pantelleria

Tra fine maggio e inizio giugno, un vasto rogo di origine dolosa ha colpito l’isola di Pantelleria, a largo delle coste siciliane. Le fiamme hanno distrutto oltre 600 ettari di boschi e vegetazione autoctona, costituiti per lo più da pini marittimi, pini di Aleppo, lecci e piante e arbusti caratteristici della macchia mediterranea (ginestra, corbezzolo, timo, rosmarino, origano e mentuccia). La gravità dei danni prodotti dall’incendio in termini sia ambientali che ...

continua


No alla riapertura della pesca a strascico nell’area della Fossa di Pomo

L’appello internazionale di Greenpeace, Legambiente, Marevivo e MedReAct contro gli annunci del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali

“Basta con annunci pericolosi, irrazionali e tecnicamente ingiustificati. Occorre piuttosto elaborare con urgenza ulteriori misure che tutelino le aree più importanti per i cicli vitali di risorse ittiche purtroppo allo stremo e per la ricostruzione degli stock in Adriatico”. Pericolose, irrazionali e tecnicamente ingiustificate. Così le associazioni ambientaliste Greenpeace, Legambiente, Marevivo e MedReAct giudicano le intenzioni del sottosegretario Castiglione, ...

continua